Pagine

mercoledì 26 settembre 2012

SOUNDTRACK DEL ROMANZO - ASSOLUTO NATURALE NEL BLU


Brano musicale del gruppo
ASSOLUTO NATURALE
(parole e musica di Gianfranco Nerozzi)


Testo:

Per non cadere più giù
tendo le mani
Per non cadere più giù

Le lancio verso il blu come aeroplani
per non sentirmi più giù

Non mi cercheranno mai lassù
voglio salutarti ancora
Perchè mi penserai soltanto tu
quando ti sentirai sola

 Nel blu, nel blu
dove hai perso gli occhi tu
dove hai perso gli occhi tu
dove hai perso gli occhi tu
dove hai perso gli occhi




ASSOLUTO NATURALE STORY



L'Assoluto Naturale, noto anche come Aenne, è stato un gruppo musicale bolognese di rock progressivo,  formato alla fine degli anni settanta dal batterista Gianfranco Nerozzi e dal tastierista Domenico Paone. 



Prendendo il nome dal titolo di un famoso film di Bolognini, a sua volta tratto da un romanzo di Goffedo Parise, è passato attraverso numerose formazioni artistiche.


 

Nel 1978 vince il concorso nazionale di musica alternativa denominato Incontri con il brano intitolato Rapsodia trasparente. Con l'organico costituito, oltre che da Nerozzi e Paone, da Luca Lodi alla chitarra elettrica, Michelangelo Carrozzo al flauto, Massimo Brugnatti al violino, Siro Melotti al basso e Andrea Carrieri alla chitarra accompagnamento.

Segue poi un'intensa attività concertistica. Musicalmente imparentati con gruppi come la Premiata Forneria Marconi, i Genesis e i primi King Crimson. Uniscono uno stile da classic rock, con toni più legati al jazz e al blues, arrivando persino ad escursioni operistiche.

Nel 1979, Siro Melotti viene sostituito da Bruno Pozzi. Esce Andrea Carrieri ed entrano: il cantante Paolo Ferrari, proveniente dal Tattini e Ferrari group; Renato Forni, chitarrista classico e sassofonista; e il tecnico del suono Fabrizio Rubin.






Nel 1981 fanno da supporter al concerto degli Uriah Heep al Palasport di Bologna. 

L'anno seguente aprono un concerto di Lucio Dalla. E si classificano terzi al concorso Centocittà, organizzato dalla casa discografica RCA, con il brano Ultima stella (Ferrari), di cui viene anche inciso un 45 giri.

Nel 1985 cambiano ancora formazione. Paolo Ferrari lascia il gruppo, per intraprendere una carriera da solista e il ruolo di cantante  viene assunto dal chitarrista Luca Lodi. Domenico Paone, storico membro fondatore, abbandona e, al suo posto, entra Marco Borderi. Escono anche Brugnatti, Carrozzo e Forni.


Con l'organico ridotto a soli quattro elementi, lo stile del gruppo assume una valenza più  roccaiola. Canzoni commerciali lasciono il posto ai lunghi brani strumentali tipici degli anni degli esordi. Lo show diventa molto spettacolare, con trovate comiche, spesso demenziali, unite a un rigoroso impianto scenico tecnico e strumentale.  




Ricordiamo fra i brani più belli e più famosi, oltre a Nel blu: Vattene via, L'imperatrice del mondo, Vestito Blu, Senti la notte che scende. Dillo che sei. Nel cuore di un sogno. E l'ultima composizione di Nerozzi, prima dello scioglimento definitivo: Perchè hai visto me. 


Domenico Paone, Fabrizio Rubin, Gianfranco Nerozzi, Bruno Pozzi, Michelangelo Carrozzo, Luca Lodi
 



Nessun commento:

Posta un commento